“Il Sole”, tra inganni, schiavitù e libertà

Tratto da “Le Troiane” ed “Ecuba” di Euripide, lo spettacolo di Valentina Capone approda alla Stagione del Teatro contemporaneo di Akròama

- Al: 06/12/2016, 15:30 | Categoria: Cinema e Teatro
STAMPA
printpreview

Giovedì 8, venerdì 9 e sabato 10 dicembre, alle 21, al Teatro delle Saline - piazzetta Billy Sechi n. 3/4 – per la Stagione del teatro contemporaneo l’Akròama presenta “Il Sole”, di e con Valentina Capone.  Lo spettacolo è liberamente tratto da “Le Troiane” ed “Ecuba” di Euripide.

Quella delle Troiane è vicenda nota. Il cavallo che ha fatto la storia, le donne prigioniere di guerra con Troia in fiamme sullo sfondo. “Il Sole” è cammino di guerra e schiavitù, sconfitte e potere, inganni e libertà. Euripide nelle Tragedie ha una tecnica compositiva che consiste in una successione di momenti, senza un nodo tragico e accentratore dell’azione. L’unità va ricercata nel clima sentimentale. La rivisitazione di Valentina Capone - per lo spettacolo vincitrice del Premio Eti – Gli Olimpici del teatro, categoria Attori emergenti 2009 -  conduce a uno spettacolo visionario, senza distinzioni nette tra bene e male né certezze assolute. Con una scenografia essenziale, ad indicare tutti i luoghi e nessuno.

Il Sole” ha regia, ideazione spazio scenico e costumi di Valentina Capone. Gli assistenti della regista sono Rascia Darwish e Alessandro Rinaldi. Luci di Stefano Stacchini, maschere di Stefano Perocco di Meduna, musiche di Alessandro Rinaldi e Valentina Capone.

Informazioni: 070.341322 - www.teatrodellesaline.it

Vero Su Bianco

Contatti

redazione@cagliariquotidiano.net
redazione@cagliariquotidiano.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK