Sant'Efisio e la festa dei sardi

| di Francesca Piras
| Categoria: Storia
STAMPA

Ti chiedo anche, o Signore, di difendere questa città del popolo cagliaritano dalle incursioni dei nemici e fa che si allontanino dal culto degli idoli e respingano gli inganni dei diavoli e riconoscano come vero, unico Dio, Gesù Cristo, Nostro Signore. E quanti fra loro soffriranno per qualche malattia, se verranno nel luogo dove sarà posto il mio corpo, per recuperare la salute o se altrimenti si troveranno stretti dai flutti del mare o saranno oppressi da popoli barbari o saranno rovinati da carestie o da pesti, dopo aver pregato me, servo tuo, siano salvi per Te, Signore Gesù Cristo, Figlio di Dio, Luce dalla Luce, e siano liberati dalle loro sofferenze. »Questa è la preghiera che Sant’Efisio dedicava al popolo cagliaritano. Il santo nacque alle porte di Antiochia nel III sec.,si arruolò come soldato di Diocliziano con l’intento di perseguitare i cristiani, ma durante il viaggio in Italia si convertì.Una volta arrivato in Sardegna fu lui stesso a confessare all’Imperatore Diocleziano di essersi convertito e per questo fu martirizzato sul Patibolo di Nora il 15 Gennaio 303.
Il culto verso il santo inizia nel 1657, quando si decise che ogni 1 Maggio si sarebbe reso grazie al Martire che secondo la tradizione avrebbe salvato Cagliari dalla peste ma anche da diverse invasioni esterne nell’Isola.
Alla festa,che prevede una sfilata per la città di Cagliari, partecipano diversi paesi dell’isola sfoggiando i loro costumi e carri caratteristici. La statua del Santo viene trasportata in processione dalla Chiesetta di Piazza Sant'Efisio per la città di Cagliari fino a passare in via Roma dove viene salutato dalle maggiori autorità della città e della regione.Nel pomeriggio la processione prevede il passaggio  a Maddalena Spiaggia, la messa e festa a Su Loi (Capoterra) e poi direzione Sarroch e Pula, alla chiesetta di Nora.     Dopo tre giorni di festa il 4 Maggio la Statua del Santo fa il suo ritorno nella chiesetta di Cagliari.

Francesca Piras

Contatti

redazione@cagliariquotidiano.net
redazione@cagliariquotidiano.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK