Turismo in Sardegna, è boom di tedeschi

Forte impennata del flusso di turisti provenienti dalla Germania rispetto ai primi otto mesi del 2015

| di A.C.
| Categoria: Ambiente

La Germania si conferma ampiamente come primo mercato internazionale per la Sardegna. Il flusso di turisti tedeschi sull’isola continua ad aumentare senza sosta, con un’ulteriore e significativa crescita nel corso degli ultimi quattro anni: dagli 1,130 milioni di presenze nelle strutture ricettive sarde registrati nel 2012 si è passati nel 2015 a 1,555 milioni. Una crescita netta del 13%. Il trend ha peraltro mostrato un ulteriore impennata nei primi otto mesi del 2016: con il milione e 200 mila presenze registrate da gennaio ad agosto, infatti, la percentuale dei visitatori tedeschi sull’isola è cresciuta di 16 punti rispetto allo stesso periodo del 2015.

Nel corso degli anni la Regione Sardegna ha saputo far tesoro di questi dati confortanti, come dimostrato dalla intensa campagna promozionale che l’Assessorato regionale al Turismo, Artigianato e Commercio ha rivolto verso il mercato tedesco. Una campagna di comunicazione “mirata” che nel corso del prossimo anno verrà potenziata raddoppiando l’investimento di oltre 400 mila euro stanziati per il 2016.

Francesco Morandi, Assessore al Turismo della Regione Sardegna ha dichiarato che “l’isola sta consolidando il posizionamento sui mercati internazionali con una chiara visione strategica, la sua straordinaria qualità di vita. Attorno ad essa sta strutturando un’offerta competitiva in cui, accanto al mare, rientrano aspetti legati a identità e cultura, ambiente e natura, benessere e buon cibo, sostenibilità e attività sportive”.

La campagna promozionale di quest’anno si concluderà oggi alle 18 presso l’Internationales Maritimes Museum di Amburgo, dove l’Assessorato al Turismo in collaborazione con le Camere di Commercio regionali ha organizzato un evento dedicato alla presentazione delle bellezze naturali e artistiche e dei prodotti della Sardegna agli operatori turistici e ai media tedeschi.

A.C.

Leggi tutti gli articoli