Investire in Bitcoin, vale ancora la pena puntare sulla moneta virtuale?

| Categoria: Attualità

Il Natale 2017 non sarà di certo da ricordare per il Bitcoin che, proprio nei giorni della vigilia, ha dovuto fare i conti con una profonda correzione. Quella che è attualmente, tra le monete virtuali, quella più capitalizzata, è infatti scesa di valore di quasi il 50% dopo aver prima lambito quota 20.000 contro il dollaro americano, e dopo che poi è crollata fin sotto quota 11.000 per poi rimbalzare ed attestarsi tra i 13 mila ed i 14 mila contro il biglietto verde.

Bitcoin, 2017 di grandi soddisfazioni per la moneta di SatoshiNakamotoLa correzione è una delle più ampie degli ultimi mesi dopo che, in ogni caso, il 2017 è stato più che positivo per chi ha puntato all'inizio dell'anno sul Bitcoin quando valeva circa 1.000 dollari. Ma dopo questo forte ribasso conviene ancora investire in Bitcoin? In altre parole, vale ancora la pena puntare al rialzo sulla moneta virtuale che è stata ideata nel 2009 da chi viene identificato con lo pseudonimo di SatoshiNakamoto?

Ebbene, quando si parla di investimenti una delle soluzioni migliori per mediare il rischio è sicuramente quella di diversificare le posizioni, il che significa che, al fine di mediare e di gestire al meglio il rischio sulle criptovalute, è preferibile andare a costruire un giardinetto di criptovalute piuttosto che, appunto, puntare solo sulBitcoin per poi andare incontro non solo a brutte sorprese, ma anche a pesanti perdite.

Crollo Bitcoin, i grandi trader puntano ora sugli acquisti in rotazione?

Il crollo del Bitcoin può essere spiegato proprio con una probabile rotazione settoriale se si considera, ad esempio, che nell'ultimo mese il Bitcoin Cash, nato proprio da una hard fork della criptovaluta più capitalizzata, da quota 500 contro il dollaro è arrivata pure superare quota 3.000 contro il biglietto verde. Attualmente, considerando gli ultimi tre mesi, le quotazioni del Bitcoin Cash sono salite di quasi il 700%, ma al pari del Bitcoin la volatilità giornaliera è spesso altissima con scarti di prezzo che arrivano a sfiorare pure il 40-50%. Il che significa che, sbagliando il timing di ingresso in acquisto sulle criptovalute, il rischio reale è quello di scottarsi.

Il mondo delle criptovalute, inoltre, inizia con il Bitcoin ed il Bitcoin Cash, ma non finisce qui visto che attualmente si contano oltre mille monete virtuali anche se quelle più capitalizzate sono all'incirca una dozzina. Le altre criptomonete più importanti ad oggi sono Ethereum, Ripple, Litecoin, Dash, NEM, IOTA, Monero e OmiseGO. Chi da tempo fa trading online sulle criptovalute, inoltre, conoscerà pure altre monete virtuali come Ethereum Classic, NEO, BitConnect, Lisk, QTum, Stratis, Tether e Zcash.

Per negoziare online 24 ore su 24, 7 giorni su 7, le criptovalute sopra indicate basta aprire un conto con un broker abilitato ed autorizzato che, oltre a poter aprire posizioni in acquisto o in vendita su strumenti finanziari come i CFD, le azioni e le coppie di valute, propone pure il trading sulle monete virtuali spesso anche in leverage, ovverosia sfruttando la leva finanziaria.

Leggi tutti gli articoli

Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.