Le imprese che hanno immobili invenduti possono non pagare l'Imu

Richieste di iscrizione entro il 30 giugno

| di Federico Marini
| Categoria: Attualità
STAMPA

Gli immobili invenduti possono non pagare l’Imposta.
Confartigianato Sardegna: “Le imprese devono richiedere l’esenzione
entro il 30 giugno pena la decadenza”.

Le imprese di costruzione che hanno immobili invenduti possono non
pagare l’IMU ma solo se lo richiedono entro il prossimo 30 giugno.

Lo ricorda Confartigianato Imprese Sardegna alle imprese edili che non
sono ancora riuscite a piazzare edifici nuovi o acquistati per poi
essere ristrutturati.

“Non è una novità ma è bene ricordarlo a tutti i costruttori che si
trovano, in questo periodo particolare, con fabbricati, case o
immobili strumentali, che non trovano acquirenti” precisa
l’Associazione degli Artigiani della Sardegna.

Tale possibilità è prevista dall’articolo 2 del Decreto Legge
n.102/2013 (cosiddetto Decreto IMU); per attivare la procedura
d’esenzione, occorre necessariamente presentare una dichiarazione
entro il 30 di giugno, facendosi assistere dai propri consulenti. Non
facendolo entro il termine stabilito, il diritto all’esenzione decade.

“E’ una misura per cui abbiamo battagliato lo scorso anno – conclude
Confartigianato Imprese Sardegna – e quest’anno ci aspettiamo
ulteriori forti segnali che rilancino l’edilizia quale strumento
necessario per la ripresa economica del Paese”.

Federico Marini

Contatti

redazione@cagliariquotidiano.net
redazione@cagliariquotidiano.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK