Ancora caos al Comune di Quartu: dopo gli stracci ora volano i vasi

Un'accesa discussione (con lancio di oggettistica floreale) tra gli utenti dei servizi sociali e il sindaco Delunas

| Categoria: Attualità
STAMPA

Ditelo con i fiori se le parole non bastano: ancora caos al Comune di Quartu, ancora una volta al centro c'è il sindaco Stefano Delunas, contetsato anche la scorsa notte in Aula da una pattuglia di cittadini. Questa mattina intorno alle nove una discussione, l'ennesima, con gli utenti assistiti dall'assessorato alle Politiche sociali che si lamentano ogni giorno in via Eligio Porcu per i ritardi nel pagamento dei contributi. La discussione dev'essere stata pesante, a giudicare dal risultato finale: qualche chilo di terriccio sul pavimento e oggetti non identificati che volano sino alla porta a vetri di Delunas.  

Ne dà notizia lo stesso sindaco, a capo di una maggiroanza risicatissima. Scrive Delunas sul suo profilo Facebook, dove ormai con cadenza quotidiana i cittadini lo contestano: "Quando si aizzano i cittadini e adesso i sofferenti mentali ad andare dal sindaco a protestare per i ritardi dei rimborsi della Legge 20, accade anche che si tenti di sfondare la vetrata e di accedere nel mio ufficio. Qualcosa di simile accadde anche all'ex dirigente dei servizi sociali dottor Bandel".

Contatti

redazione@cagliariquotidiano.net
redazione@cagliariquotidiano.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK