Un parlamento rossoblù: in Consiglio Regionale arriva il Cagliari calcio

Giulini e la squadra in via Roma: "Siamo un grande veicolo per far conoscere la nostra terra"

| di Angelo Ciardullo
| Categoria: Attualità
STAMPA

Questa mattina il Consiglio Regionale ha voluto celebrare il ritorno del Cagliari Calcio in serie A dopo la promozione conquistata al termine della scorsa stagione in serie cadetta. Alla presenza del governatore Francesco Pigliaru e del Presidente del Consiglio Regionale Gianfranco Ganau, l’Aula Consiliare ha accolto questa mattina il presidente rossoblù Tommaso Giulini, il tecnico Massimo Rastelli e, ovviamente, la squadra al completo.

“Ci sentiamo ambasciatori della Sardegna ed essere qui, nella sede delle più alte istituzione della nostra isola, è motivo di orgoglio”, ha detto un Giulini visibilmente emozionato. “Il Cagliari è di tutti i sardi e nostro compito è alimentarne il valore senza mai perdere di vista il filo conduttore della nostra identità, che difendiamo e costruiamo attraverso la scelta di lavorare con sponsor e partner con radici in Sardegna e di avere fornitori quasi esclusivamente locali”, ha tenuto a specificare il dirigente rossoblù.

Non a caso il Cagliari – con i suoi 15 milioni di spettatori televisivi a stagione e 100 milioni di contatti annui in rete – è anche ambasciatore della Sardegna nel mondo: “Uno straordinario veicolo per far conoscere la nostra terra”, ha ribadito Pigliaru.

A conclusione della cerimonia, Ganau ha consegnato a Giulini la targa del Consiglio Regionale, mentre il numero uno rossobù ha voluto donare ai due presidenti le magliette personalizzate della squadra e ai consiglieri il calendario della squadra più un video con le imprese sportive del Cagliari nel corso della passata stagione.

Angelo Ciardullo

Contatti

redazione@cagliariquotidiano.net
redazione@cagliariquotidiano.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK