Quartu, il Tar salva “La Marinella” dalle ruspe (per ora)

Il Tribunale amministrativo sardo ha accolto l’istanza cautelare del proprietario dello storico locale del Poetto

| di Angelo Ciardullo
| Categoria: Attualità
STAMPA
printpreview

“La Marinella” è salva dalle ruspe, almeno per ora. Così ha stabilito il Tar della Regione Sardegna con decreto cautelare monocratico n. 330/2016 (relatore Francesco Scano) dello scorso venerdì 23 dicembre.

Nella lunga battaglia legale ingaggiata con il Comune di Quartu, Mohamed Serour – proprietario dello storico ristorante del Poetto – si aggiudica così un punto preziosissimo: la decisione del Tribunale Amministrativo sardo sembra difatti aprire uno spiraglio di salvezza per “La Marinella”, condannata pochi mesi fa alla demolizione per abuso edilizio da un’ordinanza del comune quartese.

Nell'accogliere l'istanza del ricorrente, il Tar non si è peraltro limitato a bloccare l'ordinanza comunale nelle more del giudizio ma ha anche fissato la data della Camera di Consiglio per il prossimo 18 gennaio.

“La Marinella” arriverà dunque a mangiare il panettone, come si usa dire in gergo calcistico: i battenti del ristorante resteranno aperti anche durante le festività natalizie, con grande sollievo del proprietario e dei suoi dipendenti. É proprio a questi ultimi che il pensiero di Serour va a poche ore dalla pronuncia: raggiunto telefonicamente dalla nostra redazione, Mohamed ha dichiarato di sentirsi sollevato ma di voler continuare a lottare perchè “la priorità rimane quella di salvaguardare le decine di posti di lavoro dei nostri collaboratori”.

Il braccio di ferro riprende dopo la pausa natalizia.

Angelo Ciardullo

Contatti

redazione@cagliariquotidiano.net
redazione@cagliariquotidiano.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK