Grazia Di Michele in tour nell'Isola

La cantautrice chiude il cartellone di Note d'Estate a Porto Cervo

| di P.L.
| Categoria: Attualità
STAMPA

Prosegue stasera alle ore 21.30 in Piazzetta Centrale il programma della rassegna Note D'estate organizzata dal Consorzio Costa Smeralda con l'ultimo concerto della sezione musica.

Interprete dell'atteso appuntamento con la musica d'autore sarà Grazia Di Michele che proporrà l'unica data isolana del suo nuovo concerto live

In questo spettacolo ripropone le tappe salienti della sua carriera, dalle prime hit come “Le ragazze di Gauguin” o “Sha la la” (che fu anche sigla del Festivalbar), fino alla produzione jazzy più recente, come “Giverny” o “Io sono una finestra” (presentata con grande successo al Festival di Sanremo del 2015), senza dimenticare quelle canzoni che hanno finito per descrivere una poetica dell'universo femminile inedita, come “Io e mio padre”, “Gli amori diversi” (duetto con Rossana Casale, che fruttò loro il 3° posto al Festival di Sanremo del 1993), “Solo i pazzi sanno amare”, “Amori di passaggio” e tante altre. Il concerto è l'occasione per presentare anche brani del suo nuovo lavoro discografico che uscirà quest'autunno. Aprirà la serata Francesco Rainero, giovane cantautore che nel suo primo disco, intitolato "Mancino", raccoglie eredità importanti, come le lunghe frequentazioni con Bungaro, suo principale maestro di scrittura e vocalità, le esperienze su palchi prestigiosi, come l’apertura del concerto di Ligabue al Parco di Monza lo scorso settembre, l’incontro con cantautori raffinati,come Niccolò Fabi e Max Gazzè, con cui si è esibito in uno speciale house concert, e con Grazia Di Michele, con cui duetta nel brano “E' volato via luglio”, primo singolo del disco.

Sul palco con la cantautrice romana un trio strumentale di virtuosi del calibro di  Fabiano Lelli chitarra, Andy Bartolucci Batteria e Marco Siniscalco basso.

Cantautrice, musicoterapeuta, insegnante di canto, attrice, In oltre 30 anni di carriera, cominciata al Folkstudio e proseguita con le più importanti esperienze in ambito musicale e teatrale, Grazia Di Michele ha percorso molti sentieri artistici e scientifici, senza mai tralasciare l’impegno sociale, rivolto in particolare verso situazioni di ingiustizia e sofferenza. Ha portato il suo contributo concreto nelle cause di sensibilizzazione dei diritti umani, si è fatta ideatrice e promoter della creazione di una incubatrice sonora per bambini nati prematuri, si è attivata sempre in prima linea per la difesa dell’ambiente e degli animali. Un impegno ben presente anche nei contenuti della sua opera artistica, proposta in Festival prestigiosi e popolari oltre che in importanti ambiti internazionali come l’esibizione presso il Palazzo di vetro dell’ONU nel 2005, in tour di successo, come quello del 2003 in coppia con Toquinho, e nell’intensa attività discografica e teatrale. Ha scritto centinaia di canzoni anche per altri artisti, prodotto giovani talenti, collaborato con numerosi musicisti italiani e stranieri. Tra questi Nicolette Larson, Randy Crawford, Eugenio Finardi, Cristiano De Andrè, Pierangelo Bertoli, Rossana Casale, Ornella Vanoni, Mariella Nava, Josè Feliciano, Toquinho, Tosca, Lucio Fabbri, Luca Madonia, Gino Paoli, Claudio Baglioni, Renato Zero, Massimo Ranieri, Terje Nordgarden, Mario Venuti, Paolo Di Sabatino, Federico Turreni. Ha riproposto le canzoni pacifiste scritte da Italo Calvino in Chiamalavita, un recital teatrale di grande successo e ha portato in scena un testo di Denise Chalèm Di’ a mia figlia che vado in vacanza, un racconto audace e commovente sulle relazioni tra donne nel contesto difficile e drammatico di un carcere. In tempi più recenti ha intensificato l’attività didattica, cominciata all’Università della Musica di Roma e continuata come insegnante e direttrice di Corso presso il Conservatorio dell’Aquila, quello di Nocera Terinese e il CAMS. È nota, inoltre, la sua partecipazione alla scuola televisiva di “Amici”, in cui insegna canto da più di 10 anni. Protagonista attiva della ricostruzione post sismica dell’Aquila, nel 2102 ha ricevuto il Premio della Città. Fa parte del comitato promotore di “Art. 1”, che lavora perché la tutela del patrimonio artistico e Ambientale – richiamata dall’art. 9 della nostra Costituzione – venga anticipata nell’art. 1, sancendone la primaria importanza. Nel 2014 ha inaugurato il suo blog sull'Huffington Post, intitolato "Le vie dei canti": un diario del Viaggio attraverso le vie dei canti, reali e metaforiche, che per lavoro percorre quotidianamente in questo nostro Paese. Nel 2015 per la quarta volta ha partecipato al Festival di Sanremo - duettando a sorpresa con Mauro Coruzzi (Platinette) - con il brano Io sono una finestra, accendendo alla finale e aggiudicandosi il premio “Lunezia” per il miglior testo e il premio “Le cento radio” per la migliore interpretazione. In concomitanza con la sua partecipazione al Festival è uscito il nuovo album Il mio blu, il 15° della Sua carriera, un percorso originale e suggestivo tra la musica e la pittura, arte che non ha mai smesso di ispirarla.

P.L.

Contatti

redazione@cagliariquotidiano.net
redazione@cagliariquotidiano.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK