Via Carbonazzi, scippata al buio mentre telefona

E in viale Fra' Ignazio misteriosa aggressione a un ragazzino. Indagano i carabinieri

| di Angelo Ciardullo
| Categoria: Cronaca
STAMPA
printpreview

Stava camminando in via Carbonazzi con i due figli. Parlava al telefono. A un certo punto, di colpo, ha sentito una mano avvicnarsi alla testa e il telefono si è volatilizzato. Poi la fuga dello scippatore, che ora è ricercato dai carabinieri della stazione di Stampace. Nuovo inquietante episodio di cronaca nera nel quartiere di Stampace dopo il pestaggio con un giovanissimo passeggero vittima di un automobilista in via Fra’ Ignazio. In serata è la volta di G.S., insegnante di cinquant'anni: erano circa le 20 e la donna stava rientrando a casa con i figli di 10 e 11 anni quando un uomo le si è avvicinato furtivamente sottraendole l’apparecchio dalle mani per poi darsi alla fuga da via Palabanda. Immediato quanto inutile l’inseguimento del ladro da parte dei due coraggiosi ragazzini. Dalle prime dichiarazioni raccolte, i carabinieri sospettano di un algerino. Soccorsa da due passanti, la donna - in evidente stato di shock - è stata rapidamente raggiunta da una gazzella e da due agenti in borghese.

Angelo Ciardullo

Contatti

redazione@cagliariquotidiano.net
redazione@cagliariquotidiano.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK