ALCOA: da ieri i lavoratori di nuovo in protesta con le istituzioni

| di Francesca Piras
| Categoria: Cronaca
STAMPA

Prima mossa  la riunione davanti ai cancelli ormai chiusi dello stabilimento di Portovesme, poi la decisione di andare a Cagliari a manifestare davanti ai palazzi istituzionali. E' ripartita ieri mattina la protesta dei lavoratori diretti e degli appalti dell'Alcoa, dopo una assemblea iniziata alle 7. I lavoratori con bandiere, giubbotti da lavoro e caschetti, intorno alle 8.30 hanno deciso di partire in colonna verso Cagliari.
Hanno manifestato davanti al Palazzo della Regione Sardegna e non sono mancati i momenti di tensione quando un gruppo di operai ha tentato di forzare il cordone di sicurezza delle forze dell'ordine. Un ispettore della Digos è stato colpito alla testa da una pietra lanciata dai manifestanti.
Hanno trascorso tutta la notte al primo piano del palazzo della Regione Sardegna i 15 lavoratori dell'Alcoa di Portovesme che da ieri mattina hanno deciso di protestare occupando i locali che avevano ospitato l'incontro con l'assessore dell'Industria Liori. Stamattina gli operai sono tornati alla carica con un'assemblea davanti al palazzo di viale Trento, poi tutti in marcia verso il Consiglio regionale per chiedere un incontro con i capigruppo. Tantissimi i disagi al traffico e alla viabilità cittadina.

Francesca Piras

Contatti

redazione@cagliariquotidiano.net
redazione@cagliariquotidiano.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK