Rodin: la Asl a Sassari una scelta incomprensibile

A tutto campo col capogruppo del Pd a Cagliari: "Casa e politiche sociali le priorità"

| di Bruno Ollano
| Categoria: Politica
STAMPA

La Asl a Sassari e il 118 a Nuoro? “Non mi pare una scelta lungimirante e nemmeno comprensibile”. Uomo misurato, Fabrizio Rodin, capogruppo del Pd al municipio più importante della Sardegna, quando si tocca il punto perde un filo di aplomb. Poi torna a parlare di Cagliari e si ricompone.  

Rodin, che consiliatura si profila all’orizzonte?

“Vedo una maggioranza più matura, che ha obiettivamente superato le inesperienze iniziali e ha imparato a conoscere la macchina amministrativa del Comune. C’è stato un cambio di dirigenti, obbligato dalla legge contro la corruzione. Ma in ogni caso è un fatto positivo perché i cambi significano nuovi stimoli per tutti. Poi vedremo come lavoreranno con i singoli assessori”.

Le priorità del Zedda bis?

"Completare quello che non è stato ancora finito. Ma è necessaria anche la sistemazione del patrimonio abitativo e non solo: l’edilizia popolare e l’edilizia residenziale in genere. Dobbiamo abbassare la tassazione complessiva sulla proprietà immobiliare, oggi è nella media italiana ma dobbiamo farla scendere. Questo è il nostro obiettivo, anche perché a Cagliari c’è molto invenduto, soprattutto nel residenziale.

Per capirci: non escludo piani di vendite degli immobili comunali, sia residenziali che commerciali. Per il Pd ciò che non è strategico va venduto. Non è nostro compito accumulare immobili ma dare servizi.

Quanto all'edilizia residenziale pubblica sappiamo che c'è un'emergenza e che la si può affrontarec riconvertendo strutture pubbliche e ristrutturando il patrimonio esistente. Non è un risultato immediato ma il processo va avviato, come abbiamo fatto un anno fa nella palazzina di via Donizetti”.

Politiche sociali: da dove ripartiamo?

"Intanto festeggiamo l'elezione di questa mattina di Rita Polo, che ha preso il posto che fu mio nella guida della commissione consiliare Politiche sociali. Rita è competente e tra le risorse migliori del Consiglio comumale. Sul fronte delle politiche sociali dobbiamo dare spazi e sedi alle associazioni di volontariato che rendono servizi ai cagliaritani. Entro l’anno dobbiamo riuscire a dare i primi segnali concreti, io credo sia possibile. L’attenzione verso le associazioni è il nostro profilo: abbiamo messo a bando 200 mila euro nel 2015 ed è stato un successo. Questi bandi vanno cadenzati e ripetuti. Sappiamo perfettamente che il Comune non può arrivare dappertutto e dunque aiutare l’associazione che opera sul serio significa aiutare i cagliaritani.

E poi c’è la questione della social card: non è accettabile che le istituzioni siano concepite come bancomat. Chi riceve un contributo ed è in grado di dare, deve restituire alla collettività con una piccola prestazione di pubblica utilità. E comunque il contributo deve essere solo per beni di prima necessità. Noi siamo contro l’elemosina ma per affrontare i bisogni reali”.

I vostri rapporti col sindaco?

"Ottimi, massima collaborazione nel rispetto dei ruoli. Non è una frase fatta e il Pd sarà leale".

A proposito: che aria tira dentro il Pd sul tema del segretario regionale?

“Il Pd è vivo e si vede ogni giorno. In questa nostra grande comunità c’è un dibattito sul segretario e io auspico che in tempi rapidi il partito indichi una figura autorevole e di rinnovamento”.

Nomi?

"Manco sotto tortura"

  Asl a Sassari e 118 a Nuoro: Cagliari da questa riforma approvata ieri dal Consiglio regionale esce male...

“Non riconoscere la centralità dell’area metropolitana di Cagliari non è stata un’idea lungimirante. Sarà il tempo a dire la sua ma io trovo normale che tutte le agenzie regionali siano nel capoluogo di Regione. Qualcuno ci spiegherà perché queste sede di Sassari. E non è una riflessione che riguarda solo il Pd perché questa riforma l’ha votata tutta la maggioranza”.

 

Bruno Ollano

Contatti

redazione@cagliariquotidiano.net
redazione@cagliariquotidiano.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK