Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Ecobonus 2020: il rinnovo del bonus per la riqualificazione energetica

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

I primi mesi del 2020 non sono certo stati facili per i cittadini italiani, che si sono ritrovati da un giorno all’altro catapultati in un’emergenza sanitaria senza precedenti negli ultimi decenni. Le difficoltà sono parecchie, è vero, ma il Governo sta emanando dei decreti che nei prossimi mesi potrebbero rilanciare l’economia. Sul fronte delle ristrutturazioni e degli interventi in campo edilizio, una novità interessante per tutti i cittadini c’è e vale la pena capire meglio di cosa si tratta. Con il decreto Rilancio si sono aperte delle buone opportunità per coloro che avevano intenzione di apportare dei miglioramenti alla propria abitazione. Non solo infatti è stato rinnovato l’Ecobonus anche per tutto il 2020 ma è stato introdotto il super bonus del 110% che in questi giorni sta facendo discutere molto.

Riqualificazione energetica: perché conviene

Effettuare degli interventi di riqualificazione energetica è senza dubbio un’ottima idea e lo diventa ancora di più in questo momento. Come vedremo tra poco infatti, grazie al nuovo super bonus del 110% introdotto con il decreto Rilancio si potranno effettuare interventi senza spendere nemmeno un euro.

Pensate che la vostra abitazione non abbia bisogno di una riqualificazione energetica? Allora vi consigliamo di sfruttare il servizio di valutazione casa online di Tecnocasa. È gratuito e vi permette di comprendere quale sia il valore del vostro immobile attualmente. Uno dei fattori che incide maggiormente da questo punto di vista è proprio la classe energetica dell’edificio: migliorandola il valore aumenta in modo significativo.

Ecobonus del 110%: quali interventi rientrano

L’Ecobonus 2020 al 110% permette di effettuare interventi di riqualificazione energetica a costo zero, perché lo sconto da parte del fornitore è immediato. L’impresa può infatti recuperarlo sotto forma di credito di imposta, senza dover chiedere alcuna somma al contribuente.

Gli interventi che prevedono l’applicazione dell’Ecobonus al 110% sono limitati al rifacimento del cappotto termico o del tetto (se prevede dei sistemi di isolamento termico e quindi di riqualificazione energetica). Non solo: lo sconto del 110% è previsto anche per la sostituzione degli impianti di riscaldamento e di climatizzazione, l’installazione di impianti fotovoltaici e gli interventi antisismici sugli edifici. In quest’ultimo caso bisogna però che l’abitazione sia collocata nelle zone a maggiore rischio ed è necessario stipulare una polizza assicurativa specifica.

Rinnovato l’Ecobonus 2020

Per gli interventi che non rientrano nelle casistiche dei nuovi incentivi al 110%, si potrà comunque continuare a beneficiare dell’Ecobonus classico, che è stato rinnovato e confermato anche per tutto il 2020.

In tal caso si ha diritto ad una detrazione fiscale del 50% per gli interventi di ristrutturazione ordinaria e straordinaria ed è stato confermato anche il bonus mobili, sempre del 50%. Attenzione però, perché non basta sostituire gli arredi per averne diritto: l’acquisto deve essere effettuato in concomitanza con una ristrutturazione dell’immobile.

Una detrazione del 65% è invece ancora prevista per coloro che installano una caldaia di classe A con sistemi di regolazione avanzati, mentre scende al 50% se questi ultimi non sono presenti.

È infine stata confermata la detrazione del 36% per il rifacimento di giardini e terrazzi, anche condominiali.

Contatti

redazione@cagliariquotidiano.net
redazione@cagliariquotidiano.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK